29/03/09

risveglio


Amici rieccomi! Ritorno a scrivere dopo una lunga pausa. Ma con la primavera è arrivata anche
un'aria di cambiamento. Lasciatami alle spalle i lunghi grigi mesi invernali, le giornate buie,
il freddo e il maltempo ed anche qualche evento negativo, piano piano mi sto rimettendo in moto facendo rinascere in me la voglia di fare e prendermi cura delle piccole e grandi cose, e da un sentimento di ottimismo.
Due tristi eventi hanno segnato la mia vita. Dopo aver perso a Novembre la nostra vice Mamma, la zia Maria, i primi di Marzo anche Gionnj, mio padre ci ha lasciati, è morto!
Cosa tristemente naturale, specialmente quando ci lascia una persona che ha già passato il traguardo degli 85 anni.
Ma proprio quest'evento così naturale all'apparenza, ti porta a meditare sul senso della nostra
vita, e fa emergere ricordi sul nostro passato. E così davanti a queste circostanze l'effetto del ricordo allieta e rattrista contemporaneamente, facendo apparire le cose più grandi e dando
un senso anche ai più insignificanti fatti quotidiani, cercando fra tutti quello che diverrà il ricordo più grande!
E quindi è Primavera! questa meravigliosa stagione che segna il risveglio alla vita, fa rinascere la voglia di sperimentare nuovi e vecchi sapori in cucina, e dare sfogo alla fantasia.
Negli ultimi mesi veramente nella mia cucina e nel mio frigo c'è stato un "deserto", niente voglia di cucinare, e per di più, con il freddo che ha fatto, siamo andati avanti, a minestroni e zuppe!
che per carità! saranno sani, utili e buonissime, ma che a noi isolani-siculi, ci mettono una tristezza infinita.
Voi non potete neanche immaginare, le facce che fanno i mariti Palermitani , ma soprattutto i figli, quando la sera, finalmente a casa, chiedono:-che si mangia??- e tu gli rispondi tutta
contenta, ( falsamente) perché già sai cosa ti aspetta: -Minestrone?-.
La risposta è quasi sempre:-Noooooooooo! e poi??-
E che gli hai detto! e poi, e poi che! Speri allora di avere nel frigo almeno 2 uova, per poter improvvisare una frittata, che immancabilmente però, deve essere accompagnata da una valanga di patatine fritte, che palle! e così ti ritrovi a cucinare un'altra volta, senza averne voglia, e veder svanire la flebile illusione di avere tutto pronto per poter vedere il film che tanto avevi aspettato.
Amici, mi dispiace se il mio silenzio vi ha fatto allontanare dal mio blog, ringrazio coloro che hanno
lasciato un messaggio, e spero di ritornare presto a postare delle buone ricette, con l'augurio di ritrovarvi e condividerle con voi. A presto!

7 commenti:

Lo ha detto...

io ti ho aspettato....e ho fatto bene...stavi prendendoti il giusto tempo, quello necessario per essere nelle cose che si vivono e non lasciarle andare...ti abbraccio forte a presto!

Anicestellato ha detto...

Capisco perfettamente ciò che scrivi e ti sono vicina, un abbraccio carico di affetto!

Anonimo ha detto...

Come hai ragione, e devo darti ragione anche di alcune scommesse che avevi lanciato quando ci siamo conosciute,su cose e persone. Bentornata!

Mestolo e Paiolo ha detto...

Ciao Giusy,
mi spiace molto, ti sono vicino. Mi fa molto piacere averti ritovato.
Un abbraccio,
Stefano

Peppe ha detto...

Ti faccio gli auguri di buona Pasqua, da estendere in famiglia, ciao!

Sfurlo ha detto...

Un bacio mammina.Grande il Nonno fantastico autore della frase "Tutti sapiemo cucinare"non sai quante volte lo dico per ora che ho sempre persona a cena.

giusy ha detto...

cari amici.
@ Lo
@ Eleonora
@ Stefano
@ Beppe
vi ringrazio per le vostre affettuose parole,
sono contenta di avervi ritrovati
con affetto
baci giusy