06/04/08

frittella-fior di carciofi


Anche se all'apparenza sono così spinosi e inaccessibili il carciofo è un fiore ancora un bocciolo.
Il suo gusto amarognolo, leggermente aspro, lo rende una verdura particolare a cui sono stati attribuiti dei poteri afrodisiaci ma anche delle proprietà digestive e disintossicanti, inoltre limitano il tasso di colesterolo.
In Italia ne esistono molte varietà diverse per regioni. A CERDA , una località in provincia di Palermo, ne viene coltivata una varietà molto apprezzata.
Buonissimo è l'accostamento che in questa ricetta viene fatto con pisellini e fave fresche.
A Palermo questo piatto viene chiamato "frittedda", per realizzarlo occorrono:
6 carciofi
3 kg di fave fresche
1 kg di pisellini freschi
1/2 bicchiere d'aceto
1 cucchiaio di zucchero

2 cipolle scalogni
olio extravergine d'oliva sale e pepe

Tagliate i gambi e sfogliate i carciofi , tagliate le punte circa a metà altezza tagliateli a quarti e fateli a fettine e metteteli in un recipiente con acqua dove avete spremuto il succo di un limone per non farli annerire.
Mondate fave e piselli. Tritate le cipolle e rosolatele aggiungete i carciofi, le fave e i piselli lasciando cuocere per circa 10 minuti allungando se necessario con un pò d'acqua salate e pepate e lasciate cuocere a fuoco lento . Controllate la cottura e quando saranno cotti unite l'aceto e lo zucchero. Versate su un piatto da portata che farete raffreddare all'aria e dopo tenetela per qualche ora in frigo.

13 commenti:

mike ha detto...

giusy sono a roma distante da tutti, sola soletta nella mia stanza da emigrante..oggi ho visto la città del gusto:niente di più bello e grandioso,cucine supergalattiche,struttura meravigliosa..incredibile!!cmq ho lasciato il tuo link nel mio blog..vai a dare un'occhiata..bacione per tutti..ciaooo

marcella candido cianchetti ha detto...

provengo dal blog spremuta d'arancia,anche io sicula adoro i carciofi ed ho un blog di cucina buona giornata vasuni

giusy ha detto...

ciao Marcella, ho visitato il tuo blog e credo di avere alcuni punti in comune con te. Anch'io ammiravo molto il giudice Lagostena per tutto ciò che ha fatto per le donne,mentre molte la ricordano solo per la popolarità che le ha dato la TV. Una tosta, veramente grande!
GRAZIE a MIKE ci siamo incontrate e
spero che avremo ancora molte cose da dirci. Vasatuni anche per te.

marcella candido cianchetti ha detto...

buon giorno si la lagostena ha dato molto a noi donne non passi dal mio blog di cucina http://zenzero2.blogspot.com ci sono tante ricettuzze sicule ciao

Maddea ha detto...

ciao e piacere di conoscerti.....adoro i carciofi.....ma così non li ho mai provati!
Ciao e a presto!
Maddy.

giusy ha detto...

ciao maddea,è bello conoscerti!
spero che tornerai sul mio blog,
ho altre buonissime ricette con i carciofi e non solo, ti sorprenderò!
ciao giusy

liquirizia ha detto...

Ciao Giusy,anche io amica di Mike! :) Piacere di approddare sul tuo blog, sono curiosa di leggere ricette di tradizioni così lontane dalle mie, ma..veniamo al sodo.. la ricetta dei cannoli siculi veri ce la dai? Sono una fanatica dei dolci:)) Un bacione

paola ha detto...

Casualmente sono arrivata fino qui da te.
Che belle queste ricette di una tradizione che non conosco.
Tornerò a visitarti.
Ciao paola

giusy ha detto...

ringrazio Liquirizia e Paola per la loro gradita visita e conoscenza,
spero che torniate a riscrivermi presto.
Nei prossimi giorni darò a
Liquirizia la ricetta di cannoli che facevano le mie vecchie zie.
Tengo a precisare in tutta franchezza
che in quanto a dolci sono più brava
a mangiarli che a farli.
però come si dice mai dire mai!
ciao ragazze

marcella candido cianchetti ha detto...

aspettando la ricetta delle zie buon fine settimana

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good